Mia Moglie ed Io in cerca di Giovani Superdotati

Quella che sto per raccontarvi è una storia vera. Sono un uomo di 37 anni, sposato da dieci e quindi un po’ annoiato nell’intimità con la mia partner anch’essa di 37 anni.
Una sera ero rientrato da lavoro prima di Sara e mi era venuta una certa voglia di segarmi così ho scelto il video hard che più mi ispirava e mentre lo guardavo ho sentito una mano toccarmi la spalla e mi sono irrigidito. Sara non mi aveva mai visto fare una cosa del genere, poi subito mi tranquillizza mettendosi a ridere e mi dice “scusa non ho fatto rumori perché pensavo stessi dormendo e invece…” e parte una risatina “ma guarda che non ti giudico mica sai, è normale, anzi sarebbe stato strano il contrario. Cosa guardi?“.

Si avvicina allo schermo e nota un fantastico trio interrazziale “mmmh vedo che ce l’hai bello in tiro… sarebbe un peccato sprecare questa occasione!

Così si inginocchia davanti a me, si sbottona la camicetta e il reggiseno mettendo in mostra le sue belle bocce ancora sode, e comincia a leccarmi il cazzo dalla base alla cappella, inondandolo di saliva. Le tiro i capelli facendole piegare di lato la testa così che possa fissarmi bene negli occhi… adoro quando fa la maiala per me.

Adesso è intenta a farmi sborrare e ce la sta mettendo tutta, lo succhia come non faceva da molto tempo, penso che quel video l’abbia eccitata e non poco; la prendo e la porto sul letto, prendo il suo culo in faccia per capire quanto l’abbia eccitata e praticamente ha bagnato tutto il tanga che le strappo via in un secondo e comincio ad assaporarla. Presa da una foga improvvisa di desiderio continua a spompinarmi con più energia facendomi toccare il fondo. Tengo la sua testa con forza tra le mie gambe fino a quando non sento uscire anche l’ultima goccia del mio seme e dopo la libero.

Che sensazione fantastica.

Mentre la vedo ingoiare il mio nettare decido di farle una domanda “non ti avrà mica ispirato quel video? Anzi spero proprio di sì perché guarda caso ho un amico cubano che lavora con me, molto più giovane che non vedrebbe l’ora di cavalcare una bionda italiana” e lei mi risponde da vera troia “beh se sei tu a chiedermelo non vedo perché mi dovrei tirare indietro”.

Non avrei mai pensato che avesse potuto rispondermi in questo modo, io quasi gliel’ho buttata là per ridere, ma dato che mi ha detto che vuole farlo, meglio così.
Il giorno dopo a lavoro incontro Anton e nella pausa pranzo gli faccio la fatidica proposta e senza pensarci due volte mi ringrazia e mi da’ una pacca sulla spalla. L’appuntamento è fissato quella sera per le 21.
Quando Anton si presenta all’orario prestabilito passa poco dai convenevoli all’azione, si vede che l’idea lo ha gasato parecchio. Gli presento mia moglie e lui invece di stringerle la mano la porta a sè e la bacia con tanto di lingua, senza chiedermi alcun permesso (alla fine sono stato io per primo a permettergli una cosa del genere). Subito la mano cala sul culo di Sara e vedo il suo pacco gonfiarsi sotto il tessuto leggero del pantalone di cotone, allora lei glielo stringe facendosi scappare un mugolio di piacere.

Senza pensarci due volte mi slaccio i pantaloni e mi siedo agilmente sul divano, lei già completamente nuda si siede sul mio cazzo guardandomi negli occhi e togliendomi via la maglia. Stiamo scopando come se non ci fosse nessun altro nella stanza quando a un certo punto sento il sussurro di Anton che chiede se può penetrarla nel culo dato che non ce la fa più ad aspettare. Ovviamente glielo concedo e anche Sara è d’accordo e per essere più chiara si porta le mani dietro e si allarga per bene le natiche spingendole anche un po’ indietro fino a quando sente che una bestia la sta spaccando in due e io lo capisco dalle sue urla e dalla sua fica che colava abbondantemente sul mio affare infiammato di libido. Ci muoviamo in sincrono per un altro po’ di tempo, cambiamo anche posizione: lei distesa sottosopra sul divano con la testa che le dondola dal bordo e con la bocca piena del bastone duro e ingombrante di Anton mentre io la ficco avanti godendo come un matto alla vista di quel quadretto decisamente poco convenzionale. F

accio un cenno al mio amico per fargli capire che sto per arrivare e lui si concentra a sua volta, decidiamo entrambi di venirle addosso, dall’addome alle tette. Quando vengo mi lascio scappare un suono estasiato dalle labbra e Anton butta indietro la testa mentre sborra tutto ciò che poteva con le mani di lei ancora aggrappate alle sue palle. Non potevo crederci che tutto quello era successo veramente. Dopo esserci dati una ripulita ed esserci dati appuntamento a lavoro per il giorno dopo ci salutiamo con un sorriso di complicità.

Credetemi se vi dico che siamo diventati molto più amici di quanto non lo fossimo prima!

Alessandra cerca Bull per incontri occasionali

Mi chiamo Alessandra e da sempre sono stata attirata dal sesso particolare.

Nella mia vita ho sperimentato situazioni diverse, alcune dolci e per niente perverse, altre al limite della trasgressione pura.

Penso che le inclinazioni sessuali vadano per forza di cose esplorate tutte, solo conoscendo le sensazione che derivano da una determinata inclinazione tra le lenzuola, si può decidere se quel particolare modo di giocare fornisce sensazioni belle o meno.

La mia vita sessuale è iniziata abbastanza presto, ricordo che avevo 16 anni quando sono stata sverginata in un capanno estivo, da quello che per qualche anno è stato il mio ragazzo fisso.

Da allora molta acqua è passata sotto i ponti, mi sono fidanzata più volte e da tre anni convivo con il mio attuale partner.

Con lui a letto le cose vanno abbastanza bene, ma ultimamente vuoi per la noia di un rapporto fisso e continuativo, vuoi per la ricerca a sperimentare, vuoi per l’età che passa inesorabile, stiamo iniziando ad avere qualche problemino di troppo.

Ne abbiamo parlato tra di noi e la discussione mi ha portato in dote una sua motivazione, che all’inizio faticavo ad accettare, ma che si è insinuata nella mia mente facendomi eccitare in maniera mai vista.

Il mio lui, infatti, mi vuole “offrire” a un altro maschio.

Intendiamoci abbiamo avuto qualche esperienza di sesso con più persone, ma di solito era sempre Valerio a “comandare” il gioco.

Adesso invece lui, vuole solamente guardare passivamente che io venga scopata da un altro uomo.

All’inizio tale trasgressione non rientrava nei miei pensieri, anzi mi aveva fatto pensare che anche questo ennesimo rapporto stava avviandosi sulla via del tramonto.

Cosi, però non sembra essere, Valerio su questo punto è stato abbastanza chiaro, lui vuole continuare a stare con me, ma al contempo vuole subire l’umiliazione di vedere la propria donna abusata da un “bull”.

L’idea che prima vedevo con tanta ritrosia via via si è fatta strada in me, e adesso anch’io desidero trovare un “toro da monta”, che possa farmi godere fino allo sfinimento fisico.

Ci penso sempre più spesso, noi lo attenderemmo a casa nostra, e appena lui arriva dentro le mura domestiche inizieremmo subito a giocare, vista la situazione sarei io a prendere l’iniziativa, e già sull’uscio di casa mi darei da fare con i suoi pantaloni allo scopo di vedere immediatamente la sua asta rugosa.

Valerio ci dovrebbe aspettare in sala, all’inizio potrebbe sentire solo i mugolii che provengono dall’ingresso, sono sicura, infatti, che il nostro amico sottoposto ad un mio sapiente lavoro di bocca, non… potrebbe stare zitto.

Una volta trasferiteci in salotto, Valerio sarebbe umiliato completamente, assistendo all’azione di uno sconosciuto che scopa la donna che dice di amare.

La prima dovrebbe essere una scopata animalesca, un atto in cui i nostri corpi si uniscono per avere solo una soddisfazione fisica, un momento di godimento assoluto.

Penso già alla faccia del mio uomo, quell’uomo con cui divido il talamo matrimoniale, e che vedrebbe la fessura della sua donna abusata da un altro uomo, ci penso da un po’ sarebbe quello il momento in cui il mio uomo assumerebbe il ruolo di “cornuto”, consapevole di esserlo.

Non vorrei che la serata finisse subito, il mio nuovo amico dovrebbe usare il mio corpo in ogni modo possibile ed immaginabile, sono sicura che sarei bravissima a donare al mio nuovo amico piacere con la mia bocca, e perché no offrirei lui anche il mio buchino posteriore.

Alla fine non so se il rapporto con Valerio sarebbe salvo, so però sicuramente che la mia mente ne trarrebbe giovamento, ci penserei quando a serata finita dormirei abbracciando il mio Cuckold, il mio ultimo pensiero sarebbe per lui, lui che come estrema umiliazione sentirebbe sulla mia pelle il profumo di un altro uomo.

La frusta sadomaso il sex toy per il sesso BDSM

La frusta sadomaso è un must have nelle pratiche BDSM. 

Le pratiche sadomaso/bondage, permettono di condividere fantasie basate sul dolore.
Probabilmente la scelta della frusta avviene non solo perché è dolorosa, ma ha anche la caratteristica umiliante di ridurre lo schiavo alla condizione di un animale da frustare a piacimento delle padrona o padrone con la sua frusta sadomaso che può provocare dolore soft o dolore intenso a seconda del modello e della forza nell’utilizzo.

Trasgressive ed estremamente erotiche, le fruste sadomaso sono oggetti immancabili per il sadomasochista, per rendere il suo rapporto sessuale estremo o anche solo per incutere timore al partner.

Quanti modelli di frusta sadomaso esistono?

Esistono tante varianti: fruste sadomaso a nove code (tipo flogger), scudisci, bacchette flessibili o rigide, strisce di pelle, verghe intrecciate, palette di cuoio o di legno (a volte forate per diminuire la resistenza dell’aria, così da colpire più forte).

Ciascuna provoca sensazioni differenti ed tipi di frustate sadomaso differenti.
Ampia scelta anche nei colori.
Nell’ideale collettivo la frusta sadomaso tipica è quella a nove code, di pelle e interamente di colore nero.

Il flogger

Nella fustigazione BDSM viene usato un particolare tipo di frusta sadomaso, il flogger.
E’, per antonomasia, la regina delle fruste nelle pratiche sadomaso.
E’ costituita da una impugnatura rigida a cui fa capo una multicoda ed è realizzata in camoscio o pelle di daino, materiali indicati per la fustigazione dolce.
Se usata in maniera corretta, è sostanzialmente innocua ed è adattissima soprattutto a chi si avvicina per la prima volta alla pratica del sadomaso, dato che essa produce più rumore che dolore, per cui questo sex toy agisce più a livello psicologico che fisico.
E’ consigliabile però non esagerare nel suo uso dato che il flogger è pur sempre una frusta, per cui va usata comunque con cautela, specie in zone del corpo delicate o sensibili.
A tal proposito, vediamo quali aspetti e regole bisogna tenere bene a mente quando si usa una frusta sadomaso.

– Regole per un corretto e sensato utilizzo

Evitare assolutamente di colpire con la frusta parti del corpo particolarmente sensibili e delicate come viso, testa, collo, colonna vertebrale, seno nelle donne e genitali sia nelle donne che negli uomini.
Da evitare anche il palmo e il dorso di mani e piedi, dato che queste zone presentano milioni di terminazioni nervose e possono provocare dolori lancinanti.
Ci si può invece sbizzarrire in parti del corpo come sedere e cosce, dato che queste zone sopportano meglio i traumi, grazie allo spesso strato di tessuto muscolare e grasso che li ricopre.
Vi sia chiaro che dovete comunque mettere in conto che la fustigazione sadomaso lascia sempre qualche segno o contusione.
Purtroppo è un prezzo che dovete pagare se decidete di utilizzare strumenti sadomaso come le fruste.
Una regola d’oro da rispettare è mai frustare la pelle in via di guarigione.
Infatti, se non si lasciano rimarginare le lesioni si corre il rischio di incorrere nel melanoma cutaneo, una forma di tumore maligno della pelle che può scaturire o aggravarsi per colpa dei continui traumi.
E’ consigliabile utilizzate sempre una crema/lozione lenitiva dopo la pratica sadomaso.

Ricordate sempre che tutte le pratiche sessuali, più o meno trasgressive, vanno sempre praticate con coscienza e buon senso

Leggi di più sulle pratiche di utilizzo delle fruste sadomaso

elegante casalinga cerca car sex

Ho scoperto il car sex pochissimi anni fa.

Certo ne conoscevo l’esistenza ma non mi era mai capitato di andare in un posto dedicato a questo tipo di incontri e dopo un’iniziale quanto breve diffidenza mi sono sorpresa nel sentirmi del tutto a mio agio mentre il mio compagno di quel momento si divertiva a farmi scoprire delle posizioni impossibili in macchina.

Neanche immaginavo che potessi riuscire a fare in auto qualsiasi atto sessuale che si può fare in camera da letto.

In più, da vero esperto qual è, riusciva a farmi assumere delle posizioni che mi permettevano di fare sesso con lui e al tempo stesso di mostrarmi agli occhi di chi voleva guardare.

Sentirsi oggetto del desiderio non solo del compagno del momento ma anche di chi ti stava intorno nella stessa situazione è davvero un’emozione meravigliosa, intensissima.

Questo è il tipo di emozione che cerco: incontri di car sex con chi sa davvero come si fa.

L’esperienza è fondamentale per riuscire a esprimere appieno la propria sessualità in uno spazio limitato.

I movimenti improvvisati sono una pessima idea! Anche la conoscenza dei luoghi giusti in cui potersi fermare è frutto di esperienza, non ci sono manuali che possano insegnarti queste cose.
Essendo una casalinga ho una certa libertà di movimento anche di giorno, se ne vale la pena ovviamente.

Cerco uomini distinti che sappiano come parlare con una donna elegante e che non pensino di incontrarmi e portarmi direttamente in qualche angolo di parcheggio. Prima voglio conoscere chi ho di fronte, che tipo di persona è al di là del discorso sessuale.

Questo almeno vale in linea di massima, poi ci sono le eccezioni che quando capitano sono strepitose. Come quando sono bastati uno sguardo e poche parole per convincermi a chiedere di portarmi subito dove lui desiderava.

Inutile sottolineare quanto intenso è stato poi il rapporto.

In queste occasioni amo vestirmi in modo particolarmente elegante che non vuol dire creare ostacoli al momento giusto.

Bastano pochi accorgimenti per rendere facile anche l’impulso più irrefrenabile come l’utilizzo di una catsuit.

Non sapete cosa sia? Informatevi, ne vale la pena, ve lo assicuro, nessun uomo si è ami lamentato di un simile capo d’abbigliamento.

La situazione sentimentale dell’uomo che cerco non è rilevante, ognuno compie le proprie scelte liberamente, non mi interessa giudicare.

L’importante è che ci si rispetti e che si sia sinceri per quel che riguarda il nostro rapporto.

Per me il car sex è libertà, piacere e sensualità, tutto il resto rimane chiuso fuori.

Se sei questo tipo di uomo e ami una casalinga riccia e slanciata come me allora non devi fare altro che contattarmi, la mia voglia di fare nuove esperienze di car sex e di conoscere nuovi uomini è notevole.

Con le parole e i comportamenti giusti stai pure certo che non potrai che essere contento di avermi contattata. Un abbraccio, per ora. A presto.

Le donne che non lo danno via mai abbastanza

Mona Chalabi, lead writer di DataLab ha pubblicato sul suo sito un articolo che tocca l’argomento della vita sessuale. A sorprendere è la pratica del sesso anale che entra nella classifica delle pratiche sessuali di successo.

La ricerca/studio sostiene che gli uomini e le donne hanno orgasmo in percentuali differenti: l’uomo raggiunge il 91% mentre la donna il 64%. Interessante notare che però 85% degli uomini è straconvinto che la propria partner abbia sempre raggiunto l’orgasmo.

La ricerca svela che l’uomo praticamente gode a prescindere dalla pratica usata: in fondo all’uomo basta poco e il meccanismo del godimento maschile è decisamente più semplice rispetto a quello della donna.

Per quanto riguarda la donna, la ricerca mette in evidenza che moltissime, l’81% raggiunge l’orgasmo senza penetrazione ma con masturbazione o tramite sfregamenti tramite cunnilingus.

La sorpresa però la riserva il sesso anale: il 100% degli uomini raggiungono l’orgasmo con la penetrazione del lato b. Il 94% delle donne pare godere allo stesso modo.

Donne quindi: per godere di più sarebbe bene dare via di più il lato b!

Come dire alla propria ragazza la passione del Foot Fetish

Quando si affronta l’argomento sesso, si apre un mondo fatto di tante sfumature, alcune semplici ed altre complesse, specialmente da capire ed ancor più da accettare. I commenti ed i giudizi sulle varie pratiche in esso contenuto sono molteplici, non tutto viene visto di buon occhio da un numero considerevole di persone, che definisce queste persone inamissibili e senza pudore.

Tra i vari fenomeni che riguardano questo vasto settore c’è sicuramente il Foot fetish, ovvero dire il feticismo del piede. E’ una pratica sessuale che negli ultimi anni è andata sempre più diffondendosi e che vede vari siti che ne parlano, mostrando anche tanti video, con contenuti molto espliciti e quindi riservato ad un pubblico esclusivamente adulto.

SPIEGAZIONE:

Il Foot fetish, come dicevamo in precedenza, è una pratica che riguarda i piedi ma sono comprese anche i vari modelli di calzature, sia maschili che femminili. Infatti gli amanti di questo genere sono molto attratti dalle persone che indossano determinate tipologie di calzature, per poi andare a vivere meglio il rapporto con i piedi stessi, creando un vero e proprio rapporto sessuale che da emozione e sensazioni a dir poco piacevoli. Inoltre c’è da dire che questa pratica dà meno problemi per quanto riguarda il rischio di malattie visto che si tratta di qualcosa che riguarda il sesso ma che comunque non può essere definito sesso perchè non c’è un vero e proprio atto sessuale completo, determinato anche dalla naturale penetrazione.

RIVELARLO AL PROPRIO PARTNER:

Quando si scopre di avere questa passione per il Foot fetish, quello che risulta essere più complicato è proprio parlarne al rispettivo partner, in questo caso alla propria ragazza. E’ un argomento delicato che va preso con le molle e parlarne in un determinato modo, visto che non si può sapere la reazione che può essere suscitata nell’altra persona.

COME FARLO:

Un idea da poter attuare, sarebbe trascorrere una bella serata, magari fatta da una buona cena romantica (a lume di candele sarebbe l’ideale) ed una passeggiata (se c’è la possibilità di farlo su un lungomare o un belvedere sarebbe perfetto), fatta proprio per affrontare vari argomenti tra cui quello riguardante questa passione particolare verso questa pratica sessuale. Si inizierà con il parlare vedendo cosa ne pensa la ragazza di questa passione tanto in voga ultimamente, le si mostreranno i pro ed i contro, facendo capire che non c’è nulla di male. A seconda da come procede la conversazione poi si inizia a dire che questa passione man mano è diventata sempre più una fantasia da voler provare con il proprio partner, visto che se tra due persone c’è amore e complicità, ogni cosa può risultare tanto intrigante quando bella da fare insieme. Potrebbe essere l’inizio di un esperienza nuova che man mano prendere sempre più vita all’interno della coppia.

Ecco perché fare fare gossip fa bene

A tutti è capitato almeno una volta di sfogliare riviste come Novella2000  o capitare su siti di gossip come TMZ o nei canali tematici dei quotidiani online. Magari in attesa del proprio turno dal medico o dal parrucchiere o barbiere.

Recentemente uno studio dello psicologo Robin Dunbar sostiene che almeno due terzi delle nostre conversazioni ha come oggetto il pettegolezzo: in pratica si passa il tempo a parlare di altri e di cosa fanno gli altri.

Gli scienziati sostengono che spettegolare è funzionale all’auto conservazione. Spettegolando si scambiano informazioni sugli altri, ma non solo: i pettegolezzi negativi contribuiscono a diffondere l’idea di cosa è socialmente accettabile e insegnano quindi a rispettare le regole.

In altri termini, il gossip serve a renderci migliore. Per esempio chi è oggetto di gossip negativo cercherà di modificare il proprio atteggiamento pur di non essere allontanato da un gruppo sociale cui appartiene.

Il gossip quindi non è affatto una perdita di tempo e energia.

Ecco i migliori portali per cuckold Italiani

Spesso nella coppia si avverte il desiderio di novità, di qualcosa di diverso da sperimentare sotto le lenzuola. Può accadere che uno dei due partner senta il bisogno di qualcosa di più trasgressivo per eccitarsi maggiormente, e chieda al partner un coinvolgimento in questa nuova esperienza. Desiderare stare a guardare la propria compagna mentre fa sesso con un altro uomo può essere una delle richieste. Se entrambi i partner sono d’accordo, nessun problema. Molti sono i siti web riservati a questi incontri un po’ particolari.

Vediamo insieme quali sono i migliori portali per Cuckold Italiani.

Al primo posto di questa insolita graduatoria troviamo www.cuckold.it. Il sito è ovviamente riservato ai maggiorenni ed iscrivendosi offre la possibilità di visionare numerose foto e video. Ancora un portale, anch’esso completamente gratuito, dove uomini e donne italiani, sposati o single, cercano qualcosa in grado di appagare la loro voglia di trasgressione ècuckoldchat.it. Registrandosi al sito è possibile accede a tutte le funzioni offerte: un ricco database dove ognuno potrà trovare la persona o la coppia in grado di stimolare la propria sessualità. Scegliere fra utenti registrati che risiedono nella propria regione, visionare foto di cuck, bull e donne dalle forme perfette, e poter decidere con chi di loro iniziare un primo dialogo in chat sarà un gioco veramente stimolante.
Molto più intrigante della chat offerta da un comune social network, la comunicazione in tempo reale con le persone che hanno colpito maggiormente la tua fantasia potrà essere il piacevole inizio di una relazione trasgressiva che soddisfi a pieno le tue aspettative.

Un altro portale riservato ai cuckold italiani e molto seguito è http://italiancuckold.vuoivedere.com/sito/. I realizzatori del portale hanno voluto offrire l’opportunità agli utenti che desiderano incontri all’insegna della trasgressione un sito che sappia rispondere in maniera completa e continuativa ai loro desideri.

Raccolte le testimonianze e le esperienze di siti precedentemente realizzati, come Duepi, Grandeluna e del blog di Manuel hanno cercato di realizzare un punto di incontro dove ognuno può inviare materiale che verrà utilizzato nel costante lavoro di aggiornamento del portale. Il sito viene gestito un maniera volontaria da un gruppo di cuckold, che cercano di racchiudere al suo interno tutte le possibilità che ognuno di loro vorrebbe a sua volta trovare in un portale dedicato ai cuckold italiani.

Ovviamente anche in questo portale sono sempre disponibili video e foto, uniti ad una breve descrizione dei vari profili degli utenti, ai loro desideri e ai loro sogni. Un punto di incontro che, grazie alla tecnologia del web, è in grado di varcare ogni confine per permettere di incontrare chi condivide le stesse emozioni.

Gli italiani preferiscono le milf

Sapete quale è il mese in cui si guardano più video porno in Italia? E’ novembre.

E il giorno preferito? Il martedì.

Questo e altri dati sono stati resi noti da uno dei portali leader del settore in una delle loro ricerche sul porno nel mondo.

La visita media di un utente dura 8 minuti e 19 secondi per un totale di 78,9 miliardi di video visti nel mondo, nell’anno appena trascorso.

Sempre riguardo gli italiani, si sa che preferiscono navigare alla ricerca di determinate categorie come milf, maturemom,  mentre all’estero viene preferita la categoria teen.

Mai in discesa è la categoria del porno amatoriale sulla quale si concentrano le attenzioni dei visitatori di siti per adulti che cercano situazioni più o meno reali con le quali immedesimarsi.

I siti di incontri e gli italiani in cerca di donne

La mania dei siti di incontri in Italia, così come nel mondo, non smette di cessare nonostante la crisi o la più bassa disponibilità economica o propensione al consumo.

Come i siti per adulti, anche quello di annunci personali per cercare l’anima gemella (o sempre più spesso una scappatella o una storia di solo sesso), è un mercato che non conosce crisi.

Non per nulla i siti di donna cerca uomo  come per esempio InstaSesso.com e così via sono tra i siti web più visti in Italia.